venerdì 25 settembre 2015

torta con l'uva fragola






















L'uva fragola è buonissima peccato che la sua stagione sia brevissima, 
se la trovate approfittatene per preparare questa dolcissima torta




Ingredienti:

180 gr farina 00

25 gr fecola
100 gr zucchero
80 gr burro morbido
100 ml latte intero o vegetale 
1 tuorlo
1 albume montato a neve
1/2 bustina lievito
1/2 bacca di vaniglia
un pizzico di sale
300 gr di uva americana

Vi serve:
uno stampo da forno 18 cm di diametro
fruste elettriche

Montate burro zucchero e vaniglia con delle fruste elettriche. unite il tuorlo e fate amalgamare bene il tuorlo. Aggiungete poco alla volta la farina, la fecola e il lievito dopo averli setacciati. Aggiungete il latte il pizzichino di sale. Lavorate il composto finchè non sarà morbido. Aggiungete l'albume e incorporatelo delicatamente aiutandovi con una spatola di gomma.

Riempite lo stampo e poi aggiungete i chicchi d'uva affondateli un po' e date una bella spolverata di zucchero che cuocendo creerà una fantastica crosticina.

Infornate a forno caldo 170° per circa 1 ora.


martedì 22 settembre 2015

conservare le erbe aromatiche


burro aromatico

ultimi giorni per raccogliere le erbe aromatiche: come le conservate?
In frizer, sott'olio...ma il burro aromatizzato 
l'avete mai fatto? 
E' semplicissimo e
 buonissimo, e darà un tocco speciale 
ai vostri piatti

Per prima cosa scegliete le aromatiche che preferite, io ho usato salvia rosmarino timo e pepe rosa. Lavatele, asciugatele molto bene e tritatele fini, io uso il macina caffè.


Mischiate il trito di erbe al burro a pomata 


Mettetelo al centro di un quadrato di carta forno e arrotolatelo per farne un salame attenzione a non arrotolare la carta insieme al burro (a me è successo!)






Fate una specie di caramella e conservate in frigo se lo userete tutto a brevissimo, oppure in frizer per averlo sempre pronto, basterà tagliarne una fettina e appoggiarla su una bistecca ai ferri il calore del piatto scioglierà il burro e gli aromi.


 


Provatela anche su una semplice zucca al forno e poi fatemi sapere se vi è piaciuta. Scegliete il mix aromatico che preferite, se volete aggiungete delle spezie e sbizzarritevi!




I vostri commenti sono importanti e sono energia vitale per i blog! 

#burro #erbearomatiche #ricette #ricetteitaliane #lacucinaincollina

mercoledì 16 settembre 2015

pan brioche al miele

Cosa ne dite di questo pan brioche al miele?
E' buonissimo! e fa bene alla gola (in ogni senso)











Pan brioche al miele e rum
(con pasta madre)

250 gr. di farina manitoba

100 gr. di burro 

100 gr. di latte intero 

Pasta madre 50 gr rinfrescata

2 tuorli

50 gr. di miele millefiori *

80 gr di zucchero

1/2 bacca di vaniglia 

2 cucchiai di Rum scuro 

1 pizzico di sale


tuorlo e latte per spennellare 

zucchero in granella



* se preferite un aroma più delicato scegliete miele di acacia ma io trovo che con la vaniglia e il rum un miele dal sapore più aromatico e corposo non sia niente male, anzi!




Per prima cosa sciogliamo il lievito nel latte. Non uso tutto il latte subito ne lascio sempre un 10% a parte da aggiungere al bisogno. 

Per velocizzare metto nella planetaria la pasta madre tagliata a pezzettini e con il gancio a K la sciolgo nel latte. 



Poi aggiungo la farina e lascio amalgamare (metto il gancio per impastare). 
 Alla fine unisco le uova, il miele e il rum e lo zucchero. Se il miele non è bello fluido lo scaldo appena e lo sciolgo nel liquore. Se è il caso aggiungo il latte che avevo tenuto da parte.


Quando l'impasto è ben incordato, e si stacca dalle pareti della planetaria, è il momento di aggiungere - un pezzetto alla volta - il burro a pomata e di farlo assorbire lentamente all'impasto.

L'impasto deve essere morbido e liscio. Per la grande presenza di burro sarà molto morbido, prima di dargli la classica forma a palla per la lievitazione lo lascio raffreddare un po' in frigorifero. Dopo questo riposo l'impasto sarà più facile da lavorare,  con un po' di farina e un tarocco formo una palla e metto a riposare in frigorifero in una ciotola coperta con la pellicola.
Questa volta il riposo durerà almeno 12 ore.



Passate queste ore (in genere lo lascio tutta la notte) tolgo l'impasto dal frigorifero, aspetto una mezz'ora e poi scelgo la forma. Se volete la classica forma a fiore dovete preparare 7 palline e disporle in una teglia tonda foderata con carta forno.


Coprite con la pellicola per non fare seccare la pasta e lasciate lievitare. 
L'impasto è pronto quando è quasi raddoppiato. a quel punto con la massima delicatezza spennello la superficie con il latte e il tuorlo sbattuto e decoro con granelli di zucchero.

Cottura:

Forno preriscaldato a 170° in modalità ventilato per circa 40 minuti.

Se vedete che la superficie si scurisce troppo (colpa del miele) coprite con un foglio di alluminio. 



Una volta cotta lasciatela raffreddare su una griglia.






giovedì 10 settembre 2015

La custode del miele e delle api, Cristina Caboni





mi preparo all'autunno in ogni senso, e già che ci sono ... mi sa che accenderò anche il forno.

e c'è anche un concorso http://www.custodedelmiele.com/concorso

martedì 8 settembre 2015

torta di zucca


Oggi in collina sembra proprio essere arrivato l'autunno.  Eccovi una buonissima torta salata alla zucca,  un piatto che ci ricorda i colori della nuova stagione che sta per arrivare.
Fatemi sapere se vi è piaciuta!






nodini di maiale scalogni e uva